Osteopatia per la disabilità
Il trattamento osteopatico in aiuto alle problematiche legate alla disabilità.

Novità Enjoy Rehab

Servizio su prenotazione
Per informazioni: Tel. 02.9241256 – www.enjoysport.eu

L’osteopatia è una professione sanitaria che si occupa di prevenzione e assistenza alla salute, basandosi su un approccio integrato e complementare alla medicina tradizionale. Utilizzando esclusivamente il contatto manuale (non prevede l’uso di farmaci né rimedi naturali o strumenti medicali di alcun tipo), l’osteopata individua e tratta la “disfunzione somatica”, espressione dell’alterazione dello stato di salute di un’area del corpo, causata da eventi esterni o interni all’organismo.
Attraverso una vasta gamma di tecniche manuali, sia di valutazione sia di trattamento, l’osteopata sarà in grado di proporre un piano di trattamento adeguato alle esigenze della singola persona e pertanto potrà essere d’aiuto nella risoluzione e nella gestione di numerosi disturbi.
Si può affermare che lo scopo principale dell’osteopatia non sia quello di “curare”, ma di favorire la capacità del corpo di auto-curarsi, facilitando il ripristino dell’equilibrio della persona, considerata nella sua globalità.
Proprio perché “non cura”ma aiuta a garantire la massima espressione di salute possibile per ogni singola persona, può dare grande beneficio a qualsiasi età (dal neonato nei primi giorni di vita, fino ai soggetti più anziani). La possibilità di lavorare in modo globale e integrato, adattandosi alle singole esigenze, anche con approcci estremamente eterogenei, rende l’osteopatia particolarmente indicata all’integrazione con le attività riabilitative nell’ambito della disabilità.
L’osteopata può lavorare sulla forma e la funzione del corpo, per cercare di rimuovere tutti quegli ostacoli (disfunzioni somatiche) che possano interferire con la capacità della persona di raggiungere il suo massimo potenziale. La ricerca del massimo potenziale esprimibile è di fondamentale importanza, soprattutto quando si parla di disabilità, perché permette di cambiare lo scopo del piano di trattamento dal “dover risolvere un problema/patologia” al “lavorare sull’espressione della salute”, ma soprattutto permette di spostare lo sguardo dal limite alla persona.
L’esperienza maturata in questi anni con soggetti in stato semi-vegetativo o colpiti da malattie neuromuscolari e in altri ambiti, ci ha convinti che quanto finora detto, rappresenti la chiave di volta di qualsiasi progetto terapeutico rivolto a soggetti disabili (qualunque sia la disabilità); pertanto abbiamo deciso di proporre un percorso di trattamento osteopatico specifico per disabilità motorie e/o cognitive, integrato con le altre terapie e professioni già presenti nel nostro centro.

“Conosci la tua anatomia e la tua fisiologia, ma quando poni le mani sul corpo di un paziente non dimenticare che vi abita un’anima vivente.” A.T.Still